Terremoto

Il 12 gennaio 2010 alle ore 21:53:09 (16:53 ora locale) un violento terremoto di  magnitudo 7.3, seguito da numerose repliche di intensità superiore a 5.0, colpì l’entroterra di Haiti in prossimità della capitale Port-Au-Prince.

Il numero di vittime e l’entità dei danni materiali provocati dal sisma rimasero sconosciuti per un certo periodo, ma immediatamente apparvero ingenti, con notizie che indicavano un numero di morti compreso tra decine di migliaia e 500.000. Secondo la croce rossa internazionale il terremoto avrebbe coinvolto più di 3 milioni di persone e 222.517 persone sarebbero rimaste uccise e 300.000 ferite. Molti edifici della capitale, compresi i quattro ospedali cittadini, il palazzo nazionale e la sede del parlamento , la cattedrale, il quartier generale della missione ONU di peacekeeping Minustah, andarono distrutti o furono gravemente danneggiati.

Dieci mesi dopo la situazione si aggravò ulteriormente a causa di un’epidemia di colera che si diffuse tra la popolazione haitiana e che comportò altri casi di morte.

Al tempo gran parte degli edifici pubblici, compresi aeroporti e palazzi del governo, erano occupati dalle forze armate USA che avevano dislocato centinaia di mezzi blindati, accampamenti e arsenali in tutta l’isola, creando inizialmente contrasti con le forze dell’ONU.

haiti

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: