Toccata terra haitiana.

Sensibilmente stanchi ma entrambi spinti da immensa curiosità, finalmente abbracciamo Francisco e Père David, vicario della Diocesi e responsabile della parrocchia di L’Asile.

Viaggio verso casa raggiunta dopo circa tre ore, attraversando la Capitale e facendo tappa per pranzo al vescovado di Miragoâne, ospiti di Père Yves nostro referente del progetto.

La casa e la posizione sono stupende, a circa 650 metri di altitudine contempliamo Haiti da un luogo indubbiamente privilegiato e lasciamo che questo autentico spettacolo riempia i primi attimi in Haiti.

Il racconto di questi giorni arriva tardi perchè la connessione è complicata, ma ci stiamo lavorando…

Ora scriviamo da una piccola bottega di Miragoâne dove usiamo la connessione di Max, colui che probabilmente sarà il nostro aiuto informatico in Haiti. Miragoâne è una piccola cittadina che appare come un grande mercato: la guardiamo con curiosità e le migliaia di persone che lo vivono guardano noi allo stesso modo.

Questa mattina siamo stati presentati e benedetti dalla comunità di Paillant, il comune dove abitiamo, durante la messa domenicale presieduta da Père Yves e Monsignor Dumas domani verrà a benedire la Maison Bleue e la nostra missione. Persiste un grande senso di gratitudine per l’accoglienza incondizionata che stiamo ricevendo.

Faremo tutto il bene possibile per darle risposta.

 

 

One thought on “Finalmente Haiti

Add yours

  1. Carissimi Nicole, Nicola e Francisco, ben arrivati! E buon inizio in Terra haitiana! Vi siamo vicini, uniti dalla Carità che ci fa fratelli! Venerdì 19 saremo riuniti “a Cena” per voi e per il progetto che desideriamo costruire insieme. Un abbraccio. d. Carmelo

Rispondi

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: